I Formaggi

Scamorza di pasta di caciocavallo con tartufo nero in scaglie

  • Codice prodotto: SPCT
  • Peso: singola 150-200 g circa; coppia 300-400 g circa
  • Periodo di maturazione/stagionatura: 3-6 giorni
  • Ingredienti: Latte vaccino crudo 100% locale, siero innesto, sale, caglio, tartufo nero in scaglie (2%)
  • Da consumarsi entro: 15 giorni
  • Confezionamento sottovuoto: SI
  • Pezzatura confezione sottovuoto: singola 150-200 g circa; coppia 300-400 g circa
  • Sottovuoto da consumarsi entro: 3 mesi
  • Modalità di conservazione: conservare in frigo tra +2C° e +4°C
  • Cottura sulla piastra: SI
  • Periodo di disponibilità: tutto l’anno

4,007,50

Svuota
Descrizione

La scamorza di pasta di caciocavallo con tartufo nero in scaglie è un formaggio morbido a pasta filata, rifinito manualmente nelle sue forme tondeggianti e arricchito con scaglie di tartufo nero del nostro territorio, in una nobilitazione vicendevole tra le forme della terra e quelle del latte.

Caratteristiche del prodotto: formaggio a forma di piccola pera con testina e orecchiette; le scaglie di tartufo si presentano fittamente distribuite su tutta la superficie interna ed esterna del formaggio. La scamorza di pasta di caciocavallo con tartufo nero in scaglie ha un sapore dolce, con spiccati aromi di lattico cotto e burro, arricchiti dal sapore unico del tartufo nero molisano.

Consigli per la degustazione: estrarre il formaggio dalla confezione di carta vegetale nella quale viene avvolto o dal sottovuoto, adagiarlo in un piatto da portata e gustarlo a temperatura ambiente. La scamorza di pasta di caciocavallo con il tartufo in scaglie è una grande protagonista delle tavole molisane, specialmente nella sua versione arrostita: basta tagliarla a strisce spesse mezzo centimetro, adagiate in una padella antiaderente rovente per qualche minuto per ottenere un formaggio fuso croccante all’esterno, ma dal cuore morbido e filante. Conservare il prodotto in frigo, privo dell’involucro di carta, disposto su di un piatto o in un contenitore aperto.

Condividi su:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Ti potrebbe interessare…