Cavolfiore con Manteca con il tartufo e uova in camicia

Un antipasto sfizioso e raffinato per le feste di Natale arricchito dal sapore della Manteca con il tartufo

Fantasia, semplicità e prodotti di eccellenza: un trio fondamentale in cucina. Con la ricetta del Cavolfiore con Manteca con tartufo e uova in camicia, la maestra di cucina Francesca D’Orazio prepara un piatto che può essere perfetto come antipasto per le feste di Natale. Un modo per unire la semplicità del cavolfiore, comprato al mercato dei contadini, le uova freschissime a km 0, e il pregiato tartufo nero dell’Alto Molise, la cui cerca e cavatura è stata proclamata proprio di recente Patrimonio Immateriale UNESCO. Nella ricetta viene utilizzata la Manteca con il tartufo, un piccolo caciocavallo dal cuore fondente di burro con scaglie di tartufo nero, ma in sostituzione puoi utilizzare anche del tartufo nero in scaglie: dell’Alto Molise, però!

INGREDIENTI (per 4 persone)

1 o 2 cavolfiori, peso totale, già mondati, 1 kg

120 g di Manteca con il tartufo nero in scaglie

90 g di Grana Padano riserva, grattugiato

4 uova biologiche

1 cucchiaio di aceto bianco

sale

pepe

(tartufo)

PROCEDIMENTO

Per la cottura del cavolfiore: dividilo in cimette e mettilo in un cestello per la cottura al vapore. Lascia cuocere per circa 10 minuti.

In alternativa, disponi le cimette in una ciotola, aggiungi un dito d’acqua, copri con pellicola per microonde e cuoci nel forno a microonde per circa 8 minuti, controllando e rigirando a metà cottura.

Frulla il cavolfiore (non dovrà essere freddo) aggiungendo sale, pepe, il Grana Padano e la Manteca, tagliata in pezzi. Tieni tutto in caldo mentre si procede con le uova.

Porta ad ebollizione dell’acqua, aggiungi quindi l’aceto. Apri un uovo alla volta, passandolo prima in una ciotola o piattino, forma poi un vortice utilizzando un cucchiaio di legno, abbassa la fiamma e fai scivolare l’uovo all’interno del vortice. Dopo 3 minuti di cottura, e dopo aver eliminato i filamenti di albume in eccesso, l’uovo in camicia è pronto per essere gustato.

In questo caso viene disposto al centro della “crema” di cavolfiore. Eventualmente, aggiungi del tartufo affettato sottilmente.

Buon appetito e buone feste!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SHOP