La ricetta della Pastiera con la ricotta

Pastiera

La ricetta tipica per preparare il dolce della tradizione di Pasqua.

Simbolo gastronomico della Pasqua, la Pastiera è un dolce tradizionale squisito i cui profumi si spandono nelle case e nelle pasticcerie di tutta Italia. La Pastiera più conosciuta è quella napoletana, la cui preparazione diventa un vero e proprio rito nei giorni che precedono le festività pasquali, con tanto di ricette e segreti tramandati da generazione in generazione. Come tutte le più apprezzate tradizioni della gastronomia popolare, esistono diverse varianti della Pastiera, ma noi vogliamo preparare insieme a voi la ricetta di una Pastiera tipica napoletana, con la nostra Ricotta vaccina, ideale per farcire questo dolce delizioso con un ripieno cremoso e ricco di gusto. D’altronde, gli ingredienti principali della Pastiera sono proprio la ricotta e il grano, custoditi in una pasta frolla friabile ed elastica.

Ricotta

Ricotta vaccina del Caseificio Di Nucci

C’è una leggenda affascinante che svela l’origine della Pastiera. Si narra che la sirena Partenope, che viveva nello scintillante Golfo di Napoli, allietava la popolazione con la sua voce dolce e melodiosa. Per ringraziarla, i napoletani portavano alla sirena sette doni: la farina, simbolo di ricchezza, la ricotta, espressione di abbondanza, le uova, che rievocano la fertilità, il grano cotto nel latte, per simboleggiare la fusione del regno animale con quello vegetale; i fiori d’arancio o di altri agrumi nati in Campania; le spezie, omaggio di tutti i popoli; e lo zucchero, per celebrare la dolcezza del suo canto. Partenope prese i doni e li mescolò tutti insieme creando la Pastiera.

Secondo alcune fonti, la nascita della Pastiera avvenne in un convento napoletano intorno al XVI secolo, grazie agli esperimenti in cucina delle suore, che vollero unire il simbolismo del Cristianesimo insito in alcuni ingredienti come le uova, la ricotta e il grano, le spezie provenienti dall’Asia e gli aromi dei fiori d’arancio sbocciati nel loro giardino.

Qualunque sia l’origine di questo dolce, siamo convinti che sia stata una speciale invenzione.

Così, ecco per voi la ricetta della Pastiera con la ricotta.

INGREDIENTI

Pastiera napoletana

Per la pasta frolla: 350 gr di farina, 200 gr di burro, 150 gr di zucchero, 2 uova, scorza di un’ arancia.

Per il ripieno: 350 gr di ricotta Di Nucci, 200 gr di zucchero, 300 gr di grano precotto, 200 ml di latte, 3 uova, 150 gr di canditi di agrumi come arancia e cedro, 2 cucchiaini di acqua di fiori d’arancio, la scorza di 2 arance, la scorza di un limone, un pizzico di sale.

PROCEDIMENTO

Per cominciare, cuocete il grano nel latte con una scorza d’arancia e un cucchiaio di zucchero. State attenti a mescolare di continuo, in modo che il latte si assorba. A questo punto lasciate raffreddare. In una ciotola abbastanza grande, versate la ricotta e aggiungete lo zucchero, fino ad ottenere una crema morbida e senza grumi. Unite al composto le uova e un pizzico di sale, oltre alla scorza grattugiata di un’arancia e un limone. A poco a poco, aggiungete anche i canditi di agrumi a cubetti e l’acqua di fiori d’arancio. Questo è il momento di unire il grano precotto freddo che avete messo da parte dopo averlo cotto nel latte. Mescolate tutto assicurandovi che la crema sia omogenea e lasciate riposare in frigorifero.

pastiera

A parte, preparate la pasta frolla, lavorando il burro con lo zucchero e poi con le uova e la scorza di arancia. Infine, unite anche la farina e impastate in modo da formare un panetto che potete avvolgere in una pellicola per lasciarlo riposare in frigo.

Dopo almeno mezz’ora, potete stendere la pasta frolla in una teglia tonda o come piace chiamarlo a noi, “un ruoto”. Fate in modo di lasciare da parte un po’ della pasta in modo da poter fare le strisce che andranno a decorare la Pastiera. Versate la crema all’interno della tortiera e con le strisce che avrete preparato create dei rombi, posizionandole in verticale.

Ora la Pastiera è pronta per andare in forno. Va cotta a 180° per 1 ora e mezza circa. Una volta sfornata, fatela raffreddare per almeno 12 ore prima di portarla in tavola.

Buona Pastiera e buona Pasqua!

Le foto della preparazione della Pastiera sono di Manuela Di Lullo, pasticcera altomolisana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SHOP