Risotto con asparagi e Caciocavallo di Agnone stagionato

Una ricetta semplice e genuina da preparare con i consigli della maestra di cucina Francesca D’Orazio.

Il risotto con gli asparagi è un piatto che in questo periodo di fine primavera regala gioia alle tavole italiane. Colorato, semplice e genuino diventa ancora più saporito con l’aggiunta di Caciocavallo di Agnone P.A.T. stagionato. La maestra di cucina Francesca D’Orazio ci svela la sua ricetta speciale per preparare un risotto con gli asparagi dal sapore unico e molto gustoso.

Gli asparagi con i loro sentori erbacei, delicati, vengono esaltati e completati dal gusto del Caciocavallo di Agnone stagionato, prodotto artigianalmente con latte crudo, la cui pasta, lievemente piccante ha spiccati aromi erbacei, e da qualche filetto di limone, per conferire al piatto una nota di freschezza.

RICETTA DEL RISOTTO CON ASPARAGI E CACIOCAVALLO STAGIONATO

Per 4-6 persone

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

 

 

INGREDIENTI

350 g di riso carnaroli

1 mazzo di asparagi

1 porro

2 pomodori secchi

70 ml di vino bianco secco

3-4 rametti di timo

olio extra vergine d’oliva

60 g di burro

100 g di Caciocavallo di Agnone stagionato, metà grattugiato, metà affettato sottilmente

1 limone non tragittato

sale

PROCEDIMENTO

Per preparare il Risotto con gli asparagi, comincia lavando bene gli asparagi, per mondarli, eliminando la parte del gambo più dura ed eventuali parti fibrose. Taglia a pezzetti la parte centrale e metti da parte le punte.

Pulisci e taglia molto sottilmente la parte bianca del porro.

Metti poi gli scarti del porro e quelli degli asparagi in una pentola capiente, a cui puoi aggiungere i pomodori secchi. Se disponibile, puoi unire anche la testa del Caciocavallo di Agnone stagionato, ben lavata: un ottimo formaggio per insaporire brodi e minestre.

Copri con 2 litri e mezzo di acqua e porta ad ebollizione, abbassa la fiamma e fai sbollire per 20 minuti. Sala (poco) a metà cottura e filtra.

Intanto, puoi preparare la base del risotto: poni la parte bianca del porro in un pentolino, con un cucchiaio di olio e un pizzico di sale. Cuoci a fiamma molto bassa per circa 10 minuti (aggiungi se necessario un cucchiaio di acqua o brodo). In alternativa, puoi mettere tutto in un vasetto di vetro, scoperto, e cuocere in microonde a 750W per 2 minuti.

Cuoci gli asparagi con due mestoli di brodo e un pizzico di sale. Frullali unendo un cucchiaio di olio e parte del timo.  Tieni la preparazione da parte. Se vuoi accorciare i tempi, puoi fare queste operazioni anche il giorno prima.

Quando gli asparagi sono pronti, puoi preparare il risotto. Tieni in caldo il brodo e metti il soffritto di porro in una casseruola di medie dimensioni quando ben caldo. Unisci il riso, tostalo e quando risulta caldo al tatto, versa il vino (sui bordi) e lascia evaporare a fiamma alta.

Abbassa la fiamma, unisci un pizzico di sale e cuoci il riso versando il brodo ben caldo: 1-2 mestoli alla volta, per consentire una cottura omogenea.

Due minuti prima di ultimare la cottura, unisci la purea di asparagi, ben calda e le punte, tenute da parte, e mescola per bene.

A fiamma spenta, aggiungi il burro e il caciocavallo grattugiato e il timo restante. Mescola molto bene e completa, sempre mescolando, con il Caciocavallo di Agnone a fettine.

Il risotto deve risultare morbido, non asciutto, quindi se necessario unisci un po’ di brodo.

Trasferisci il risotto in un piatto da portata e guarnisci con dei filetti di scorza di limone, ottenuti con un riga-limoni oppure con un pela patate e poi tagliando sottilmente.

 

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SHOP